Omesso versamento IVA: la “crisi” può scriminare

Agenzia-delle-entrate-arestato-funzionario-300x225Cassazione Penale, Sezione III, 21 gennaio 2014, n. 2614

Le indicazioni concrete sul momento di crisi economica in cui versa il  contribuente e la conseguente dimostrazione che il mancato pagamento sia dipeso  realmente dall’impossibilità incolpevole di effettuarlo possono escludere il  reato di omesso versamento Iva.

Seppur, infatti, il  reato  in  esame  è punibile a titolo di dolo generico (per  la sua commissione basta, dunque, la coscienza e volontà  di   non  versare  all’Erario  le  ritenute  effettuate  nel  periodo  considerato), la Suprema Corte sembra offrire una minima  apertura al contribuente che dimostri, oltre alla crisi di liquidità, anche la prova che l’omesso versamento non sia dipeso da scelta dell’imprenditore.


Categorie:Ultime dalle nostre Corti

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: